piccolo trittico degli uccelli del paradiso e del cacatua


olio su tela – trittico di 70×180 composto di tre tele di 70×60.

 

Nel trittico sono dipinti due uccelli del paradiso e un cacatua appollaiati su di uno stesso ramo, che attraversa sinuoso il primo piano in tutte e tre le tele. Dietro, si apre un vasto panorama di acque, roccia e architetture classiche, cui fanno da sfondo il mare e l’orizzonte.
L’intenzione (come nel grande trittico delle gru) è stata quella di creare un’opera a vocazione decorativa e adatta all’arredamento, che non rinunciasse però a certi elementi tipici della mia poetica: un paesaggio tra sogno e ricordo, che si apre oltre il rotondo, indecifrabile sguardo degli uccelli.

Là,  le presenze classiche emergono in un ambiente naturale che non serba altre tracce umane e in cui il mare e l’orizzonte invitano l’immaginazione a viaggiare lontano.


Lontano da qui (2020)

piccolo trittico degli uccelli del paradiso e del cacatua

olio su tela – trittico di 70×180 composto di tre tele di 70×60.

 

Nel trittico sono dipinti due uccelli del paradiso e un cacatua appollaiati su di uno stesso ramo, che attraversa sinuoso il primo piano in tutte e tre le tele. Dietro, si apre un vasto panorama di acque, roccia e architetture classiche, cui fanno da sfondo il mare e l’orizzonte.
L’intenzione (come nel grande trittico delle gru) è stata quella di creare un’opera a vocazione decorativa e adatta all’arredamento, che non rinunciasse però a certi elementi tipici della mia poetica: un paesaggio tra sogno e ricordo, che si apre oltre il rotondo, indecifrabile sguardo degli uccelli.

Là,  le presenze classiche emergono in un ambiente naturale che non serba altre tracce umane e in cui il mare e l’orizzonte invitano l’immaginazione a viaggiare lontano.

Torna su